Schola Cantorum

Direttore del Coro: M.° Antonio Lorenzoni
Organista: Paolo Sobacchi
Segretaria: Laura Miani (cell. 333-4779016)

 

PRANZO DI FINE ANNO (19 giugno 2016)


 
 

 

   

 

 

 

IN CATTEDRALE PER BEATA VERGINE DI S. LUCA (07-05-2016)

 

FESTA SCHOLA CANTORUM  (07-06-2015)


 
 

 

   

 

 

CONCERTO DEL 24 OTTOBRE 2013 IN S. BENEDETTO - BOLOGNA

 

Il Coro delle parrocchie di S. Maria Maggiore, S. Benedetto e S. Carlo è nato con l'espressa intenzione di poter realizzare musiche polifoniche sacre di varie epoche. Questa è la sua prima apparizione pubblica, in cui è stata eseguita la "Missa Prima Pontificalis" per coro a 3 voci e organo di Lorenzo Perosi (1872-1956), uno dei più importanti compositori di musica sacra tra il XIX e il XX secolo. Direttore: Antonio Lorenzoni. All'organo: Giorgio Masina.

PER ASCOLTARE L'ESECUZIONE del 24 ottobre 2013: Versione in MP3

 
 
 
 
 

 IMMAGINI E SUONI: https://www.dropbox.com/sc/sg70h41mbws2pf9/a9EVvwP4M_

************************************************************************************

************************************************************************************

STORIA DEL CORO DI S. MARIA MAGGIORE 

Il coro di S. Maria Maggiore nasce nel novembre 1979 dall’incontro di tre persone, diverse per carattere e vocazione, ma tutte ugualmente animate dalla passione per la musica e per il canto in particolare: l’allora prior parroco don Mario Marchignoli, Paola Fornasini, indimenticabile catechista ed animatrice della vita parrocchiale, e il maestro Piergiuseppe Cristianini, originario di Buti (Pisa), da poco trasferitosi a Bologna. L’occasione fu proprio il matrimonio della figlia del maestro toscano, Mariella, fissato appunto per il novembre del 1979: furono allora convocate le ‘voci’ che già si ritrovavano per animare la liturgia domenicale in modo del tutto spontaneo e volontario ed ebbero così inizio regolari prove tutti i lunedì sera, con il prezioso accompagnamento dell’organista Giorgio Masina, già allora sempre disponibile al servizio in S. Maria Maggiore. Sotto la direzione del Cristianini, il coro accrebbe il proprio organico e soprattutto andò via via migliorando le proprie capacità, ampliando di anno in anno il proprio repertorio: si cominciò infatti a sostenere il canto del solenne Ottavario in onore di Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù e della Via Crucis del venerdì santo, per i quali, fino ad allora, la parrocchia si era rivolta al coro della Cappella musicale dei Servi. Oltre a numerose trasferte canore, in occasione di gite, matrimoni o altre cerimonie, sono da ricordare anche i due concerti tenuti dal coro nel 1986, uno presso la chiesa di Madonna di Galliera dei Padri Filippini e l’altro in S. Maria Maggiore in occasione della decennale eucaristica di quell’anno. Purtroppo l’improvvisa morte del maestro, il 16 febbraio 1996, pose bruscamente fine a questo primo periodo della vita del coro, che già aveva dovuto fare a meno della bellissima voce di Paola Fornasini, deceduta il 2 agosto 1988. Dopo il maestro Cristianini, si alternarono per brevi periodi alla direzione del coro i compianti Giovanni Pesenti ed Elmo Fabbri, sempre affiancati e poi sostituiti in tutto da Giorgio Masina, con la collaborazione ed il sostegno anche di Lorenzo Cottignoli. Proprio per arrestare il processo di declino causato dal calo fisiologico delle unità corali e in vista dell’ormai imminente decennale eucaristica del 2006, il coro, per impulso dello stesso Masina, agli inizi del 2005 si unì con quello della parrocchia di S. Benedetto, condividendone anche il direttore, Leonello Solini: in questo secondo periodo il coro ha tenuto un concerto in S. Maria Maggiore per gli addobbi del 2006 e ha partecipato alla rassegna di cori svoltasi a Castelfranco Emilia il 23 dicembre 2007. Questa fase si è poi conclusa, per le vicende interne delle due parrocchie, nel novembre 2010. Ora i due cori proseguono autonomamente (ma sempre amichevolmente) la loro attività: quello di S. Maria Maggiore con la direzione di Antonio Lorenzoni. Se si volesse intitolare a un musicista, come spesso succede, il coro di S. Maria Maggiore, lo si dovrebbe senz’altro chiamare ‘Coro Lorenzo Perosi’: infatti, se si scorrono i titoli del repertorio, si possono contare ben 14 pezzi da lui composti, tra i quali la Messa ‘Te Deum’. Segue, con 9 opere, Johann Sebastian Bach; da segnalare poi l’Ave Verum di Mozart, l’Ave Maria di Bruckner e quella di Ludovico da Vittoria, il Panis Angelicus di Frank, oltre a quello di Casciolini, l’Inno al Creatore di Beethoven, Prostrati nella polvere di Haydn, fino alle opere dei compositori di musica sacra più vicini a noi, come Borghesi, Bernardini, Bonfitto, Palazzon, Ravanello, Soli, Tosi, inoltre Pellegrino Santucci con la Salve Regina. Per il canto delle litanie durante l’Ottavario, si alternano dieci melodie, tra le quali, oltre a quelle del Perosi, anche quelle di Mendelssohn, Marabini, Massari e Vassura; mentre, per le festività natalizie, la scelta è tra le pastorali di Brahms, Couperin, Gruber, Zanella e sant’Alfonso Maria de Liguori, oltre a quelle dei musicisti già nominati. Anche nel periodo di unione con il coro di S. Benedetto (2005-2010), il repertorio si è arricchito di nomi prestigiosi, come Giovanni Battista Martini, Benedetto Marcello e Marco Frisina, oltre allo studio dell’impegnativa Missa Pontificalis del Perosi.

 (Laura Miani)

 

OTTAVARIO IN ONORE DI NOSTRA SIGNORA DEL SACRO CUORE
NOVEMBRE 2011